Close

maggio 8, 2017

Una domenica da maglia rosa

Ciclismo e montagne, un binomio azzeccatissimo. Se sulle Alpi il ciclismo scrive costantemente le pagine più epiche della sua storia, l’Appennino è sempre stato un outsider difficilmente decifrabile. Vuoi perchè l’Appennino viene scalato nella prima o seconda settimana, vuoi perchè i passi appenninici sono meno e più bassi di quelli alpini, le salite nostrane vengono generalmente snobbate. In effetti questo è un errore, i numeri che può vantare la Majella in questo senso sono invidiabili: pochi sanno che la salita al Blockhaus è la salita italiana su fondo asfaltato con maggior dislivello in assoluto.

Domenica 14 maggio, in occasione del centenario del Giro d’Italia, la Majella e il Blockhaus saranno di nuovo protagonisti, per la settima volta nella storia della corsa rosa. La salita affrontata sarà il versante pescarese, che da Roccamorice scala il pendio ovest della Majelletta, raggiungendo il Passo Tettone a 1670 metri sul livello del mare, una salita con pendenze fino al 14%.

In occasione di questa grande festa del ciclismo e del territorio, Camminare in Abruzzo vi propone una bellissima escursione nei boschi della Majella, che sfocerà all’arrivo di tappa, proprio a Passo Tettone. Saliremo da Piana delle Mele (comune di Guardiagrele) e attraverseremo splendidi boschi di faggio prima di spuntare sui pascoli della Majelletta, dove la carovana rosa arriverà verso le 17. Dopo l’arrivo di tappa il nostro cammino continuerà per chiudere il percorso ad anello e tornare al punto di partenza.

Non perdere l’occasione di combinare una bellissima escursione nel silenzio dei boschi e di partecipare alla festa rosa, senza code in auto e stress, godendoti solo il bello della giornata.

Ecco il programma:

  • Domenica 14 maggio – Salutiamo il Giro con un’escursione –  Fonte Tettone -Pretoro (CH) – Escursione ad anello – difficoltà moderata – Leggi il programma e prenota online o al 3283310602 (anche messaggio wapp)

La Majella saluta il Giro anche con altre iniziative escursionistiche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *