Close

I 10 posti raccomandati per fare trekking in Abruzzo se ami la natura selvaggia

Se ami il trekking conoscerai senz’altro l’Abruzzo, con i suoi parchi nazionali, le sue montagne e la sua fauna.  Il Gran Sasso, la Majella, il Velino, il Sirente…  sempre ben visibili dal fondo valle e fin dalla costa, costituiscono paesaggio e identità. Inoltre dividono gli uomini, nel passato molto più di quanto non lo facciano ora: le difficoltà di “contaminazioni” culturali hanno creato “isole linguistiche”, isolamento e radicamento.

Oggi la globalizzazione ha abbracciato la regione e le infrastrutture collegano comodamente l’Abruzzo alle altre regioni italiane. Ciononostante restano i retaggi dell’antichità, tanto nell’architettura quanto nelle tradizioni, nella cucina, nei dialetti e nelle feste popolari.

L’Abruzzo può essere considerato un paradiso per il trekking, con i suoi parchi nazionali, la grande varietà di paesaggi e le ricchezze architettoniche. Per questo suggeriamo itinerari a piedi, per escursionisti o turisti che vogliano cimentarsi in piccoli o grandi trekking alla scoperta del cuore verde d’Italia.

Per questo visitare l’Abruzzo è come fare un viaggio nel tempo tra tradizioni, natura e cultura.

1 – La Tavola dei Briganti – Parco Nazionale della Majella

Il panorama dalla Tavola dei Briganti

2 – Il Corno Grande – Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

Il Corno Grande del Gran Sasso, con il suo paretone, “la mecca” degli alpinisti

3 – La Camosciara – Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise

Un santuario della natura, qui camosci, orsi e lupi vivono liberi e protetti.

4 – La Costa dei Trabocchi – Provincia di Chieti

Sulla costa dei trabocchi puoi fare trekking, snorkeling, kayak, mountain bike, o semplicemente il bagno.

5 – La stagione del bramito dei cervi – Parco Nazionale della Majella

Un cervo che bramisce – in autunno in Abruzzo puoi assistere agli emozionanti scontri tra maschi per la conquista dell’harem.

6 – Il Castello di Rocca Calascio – Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

In alto a dominare le valli, il castello di Rocca Calascio può essere raggiunto con una semplice passeggiata o con più impegnativi trekking.

7 – Gli Eremi della Majella – Parco Nazionale della Majella

Luoghi di ritiro e spiritualità nel medioevo, gli eremi della Majella conservano un fascino straordinario, meta ideale per piccoli trekking in famiglia.

8 – Il sentiero delle Cento Cascate – Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

Le cento cascate di Cesacastina, un paradiso naturale sui Monti della Laga. In primavera, con i fiumi colmi delle acque del disgelo, fare trekking qui è una vera delizia.

9 – Le Piane del Sirente – Parco Regionale Velino Sirente

Le piane del Sirente, alla base dell’omonimo monte, sono un santuario di natura selvaggia. Qui i biker, gli appassionati di trekking, di alpinismo e scialpinismo possono trovare pane per i loro denti.

10 – Il Lago di Scanno – Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise

Un lago azzurro tra le montagne. Il lago di Scanno impreziosisce come un gioiello la valle del Sagittario, nei pressi del celebre borgo di Scanno, uno dei più belli d’Italia.

 

Se vuoi sapere di più sui trekking e le visite guidate visita la home page e vedi i prossimi appuntamenti